Manifestare con “Violenza”

Settimana di fuoco per l’Italia.
Ci sono state moltissimi eventi importanti  che in un modo o nell’altro ci toccano da vicino.

Alcune news: Rudi Guede è stato condannato a 30 anni di carcere per le violenze e l’omicidio di Meredith mentre Amanda e Raffaele sono stati rinviati a giudizio e gli sono stati negati gli arresti domiciliari. Sarebbe stato il colmo il contrario!!!; il Rumeno che ha ucciso la Reggiani condannato a 29 anni (non sono pochi per omicidio e violenza?); un altro tifoso juventino è finito in Ospedale in gravi condizioni a causa della violenza di altri tifosi. Se il calcio – oltre alle montagne di soldi che danno ai calciatori – regala anche questo forse non è il caso di cambiare qualcosa?; motore Unico in F1? La Ferrari minaccia il ritiro definitivo. Non riesco e posso dargli torto. La F1 si basa proprio su queste differenze anche se mi rendo conto che i team minori sono svantaggiati. Forse la soluzione da trovare dovrebbe essere un’altra!; Approvato il Decreto Legislativo Gelmini che diventa Legge delle Stato; scuola! Ummm che bell’argomento.

Avete visto quanto è successo ieri a Roma?!?!?!??! Cose dell’altro mondo. Io mi sono chiesta com’è possibile tanta violenza, tanto irrispetto per gli altri (sia studenti, che lavoratori, che proprietari di locali a P.zza Navona), tanta cattiveria. Questa è la notizia che mi ha decisamente colpito di più e su questa notizia vorrei soffermarmi.

 

Io sono una studentessa Universitaria e non approvo assolutamente quanto è successo ieri a Roma. Mi vergogno di far parte della categoria Studenti se ciò significa quello che ho visto accadere P.zza Navona. Tutto ciò NON ha assolutamente nulla – e dico nulla – a che fare con la Riforma Gelmini (che tra l’altro NON riguarda l’Università).

Non credevo fosse possibile vedere certe scene di Guerriglia anche in Italia. Quando le vedevo in altri paesi, molto spesso meno sviluppati di noi, pensavo fosse frutto di ignoranza e analfabetismo per cui la gente non poteva fare a meno di credere a quello che gli veniva detto. In realtà è quello che ho visto ieri in tv. Ignoranza e tanta ( e non mi riferisco a chi a manifestato pacificamente!). Adesso scatenerò le ire di molti ma sinceramente non sono persone serie e intelligenti quelle che ieri hanno picchiato altri studenti con bastoni, mazze, manganelli, che aggredivano con il casco in testa, con cinghie (eeee ma vi rendete conto?) e fumogeni e che hanno distrutto un bar per il solo fatto che era li. OOOOOO ma scherziamooooo!!!!!

Erano solo un branco di “gentaglia” che aveva bisogno di sfogare rabbia e cattiveria contro il mondo. Ma non era rabbia per la riforma o le riforme, non era rabbia contro lo Stato. Era maleducazione e forte irrispetto nei confronti di tutti gli altri e anche di noi studenti che a Roma non c’eravamo. Erano ragazzi che non hanno capito che con la violenza non si arriva da nessuna parte e che non rispettano i diritti degli altri e non rispettano la vita degli altri.

Confesso che vedere quelle immagini mi ha davvero lasciato … delusa, arrabbiata, amareggiata, scioccata, perplessa. Ma il sentimento più forte è proprio la delusione. Penso agli studenti che erano li con tutt’altra intenzione (forse più di qualcuno non sapeva nemmeno perchè era li, bastava far sciopero) che sicuramente non era quella violenta , al povero titolare del bar che gli hanno distrutto e che non centrava proprio nulla, agli studenti feriti per il semplice lancio di oggetti pericolosi … più ci penso più non ci credo.

Avrei qualcosa da ridire sulla polizia che non è intervenuta subita ma sono convinta che se l’avesse fatto gli si sarebbero scagliati contro sia gli studenti (moti dei quali non aspettavano altro, come dimostrano nei video urlando “inquadra inquadra … ecco cosa ci fa la polizia”, dopo che chi lo urla aveva preso a bastonate altri studenti) che le autorità e le forze politiche.

Credo che sia giusto manifestare, credo che sia giusto cercare di far sentire le proprie ragioni ma sono fermamente convinta che sia giusto farlo cercando un dialogo e un confronto e che prima ancora si debba cercare di capire “veramente” contro cosa si manifesta. Molti studenti universitari (anche miei colleghi) sono convinti che si debba manifestare contro il decreto Gelmini ma non sanno neppure perchè. Molti (a giurisprudenza!!) non hanno neppure letto il decreto perchè se l’avessero fatto si renderebbero conto che in realtà si protesta contro cose, riforme e leggi diverse a seconda della materia (istruzione, finanziaria ecc.) e della scuola di provenienza (elementare, superiore, università …).

Sono orgogliosa di chi propone forme di manifestazione diverse. Come, ad esempio, l’Università di Padova (per entrambe le sedi) che ha proposto “12 ore no stop” (documento_studenti-unipd-unitv) di incontri, conferenze, gruppi di lavoro tenuti da Professori o esperti. Si sta anche cercando di invitare qualche personaggio politico (come col Ministro Sacconi) per un incontro. E’ bella questa idea perchè da la possibilità di partecipare a TUTTI, sia a chi è contro le riforme sia chi è a favore. Si ha così la possibilità di capire “bene” quali sono le motivazioni degli uni e degli altri, lavorando per possibilità alternative (fermo restano che parliamo di leggi già in vigore). Ovviamente io so dell’Università di Padova perchè questa Università frequento, e posso dire lo stesso per Venezia. Le altre invece, non so come e se si organizzeranno.

Questo è un mio sfogo dopo aver visto quanto vi riporto sotto.

I video degli scontri:

Studenti contro Studenti alla faccia di chi urla “siamo tutti studenti”!
Se così è, perchè allora si sono scagliati gli uni contro gli altri?
Se sono contro queste riforme non dovrebbero essere uniti?
Il contrario, probabilmente sarebbe solo Utopia!

Jm

Advertisements

Una Risposta

  1. Ciao Justine son tornato sul serio questa volta, se vuoi sorridere passa da me!!
    Buon fine settimana!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: