DIRTY SEXY MONEY – 1° puntata

DIRTY SEXY MONEY 1° puntata (05 agosto 2008 Canale5)

DIRTY SEXY MONEY  VS  BROTHERS AND SISTERS

 
 
 

 

Lasciatemi commentare la prima puntata di questa nuova serie (o soap visto che qualcuno l’ha paragonata a Dinasty o Dallas). Grandissimo successo in America e successivamente su Fox. Almeno così hanno detto tv e telegiornali.

CONTINUA …

Sarà che era la prima puntata ma io l’ho trovata davvero poco brillante. Questa grande e numerosa famiglia che effettivamente ha tutto e ancora di più ma che è piena di problemi ed eternamente soddisfatta. Tutti con soldi a palate, macchinoni, grande successo, fama, yatch, palazzi ecc. ma che in realtà non sa proprio come affrontare la vita … cosa che noi – comuni mortali – dobbiamo fare ogni giorno. Per risolvere tutti questi insormontabili problemi si affidano al povero Nick avvocato idealista che ha dovuto dividere con loro suo padre, anch’esso avvocato ma morto misteriosamente.

Ma dico io gli Avvocati (almeno qui da noi) non sono fatti per dire alla fidanzata trans di un finto politicante che è finita o al fidanzato golfista che non può partecipare alla foto di famiglia o da baby sitter al bimbo di un prete “arrogantissimo” che non vuole saperne del suo “unico figlio maschio” illegittimo o per “dare un tono” alla foto di famiglia a cui partecipano anche due simpatici leoni ….!

Beh forse scatenerò l’ira di ama questa serie … ma chissà forse nel tempo l’apprezzerò anch’io. MAh.

Confesso che in questo momento amo decisamente di più “Brothers and Sisters“. Decisamente più terrena e ben studiata e strutturata. Una famiglia “quasi” normale. Con tutti i problemi che può avere una famiglia normalissima. La trovo ben strutturata e affrontano dei problemi seri quali: l’accettarsi come Omosessuale e relazionarsi col mondo esterno (quanti seppur accettati in famiglia fanno in realtà fatica ad aprirsi ed esternare il proprio modo essere? Molti devo affrontare, purtroppo, ancora la poco apertura della famiglia); il figlio con problemi di droga che ad una difficoltà ci ricade, che poi col supporto (anche se nello stesso tempo da un lato ne è la causa) della famiglia ne esce e cerca di rientrare nel suo mondo e di rimettersi in gioco; la moglie che ha perso il marito e che scopre che l’ha sempre tradita e che l’ha lasciata piena di problemi nella ditta di famiglia. Ma non solo che scopre d’aver dedicato la sua vita alla famiglia e ai figli e che ora -visto che i figli sono tutti grandi – non sa più cosa fare della sua e cerca di ricominciare da dove l’aveva lasciata prima del matrimonio; la coppia con due figli che terapia di coppia perchè non si trovano e capiscono più ecc….!

Sono problemi decisamente più comuni, anche se a volte conditi all’Americana!!!
Comunque ho deciso che seguirò anche Dirty Sexy Money per dargli la possibilità di riscattarsi.
Quindi vi terrò aggiornati sulle puntate e sulle mie impressioni.

**************************************************************************************************************

LE TRAME

DIRTY SEXY MONEY  

      

Nick George è un avvocato idealista, che dopo la tragica morte del padre, Dutch George, prende il suo posto come avvocato di fiducia per la facoltosa famiglia Darling.

La potente famiglia, che dietro l’aspetto glamour e patinato nasconde segreti e bizzarre abitudini, è composta dal patriarca Tripp Darling e dalla depressa moglie Letitia con i loro cinque figli: il primogenito Patrick in procinto di candidarsi al Senato degli Stati Uniti, che dietro l’aria di figlio modello nasconde molti segreti tra cui un’amante transessuale con la quale tradisce la moglie; la svampita Karen in procinto di sposarsi per la quarta volta, ma da sempre follemente innamorata di Nick; i gemelli Jeremy, “adolescente” di 25 anni che passa il suo tempo tra feste, celebrità e partite di poker (seminandosi dietro non pochi scandali a discapito della famiglia) e Juliet, atteggiamenti alla “Hilton” solo per nascondere una forte insicurezza. Ultimo ma non ultimo Brian, pastore protestante, che dietro la facciata di perfetto religioso nasconde un animo superficiale, opportunista e calcolatore ma anche sensibile in molti degli atteggiamenti verso il figlio illegittimo.

Nonostante lo scetticismo iniziale, pervenutogli da un padre sempre assente per prendersi cura dei Darling, Nick inizia a lavorare per la famiglia risolvendo i lori guai e assecondando i loro capricci. Tuttavia, dopo inquietanti scoperte sull’incidente del padre, inizia ad indagare pensando che il responsabile sia un membro della famiglia stessa. Una cartella di dati su Simon Elder, miliardario delle telecomunicazioni, ritrovata nell’aereo su cui viaggiava Datch, estende fuori dai Darling il cerchio dei sospetti. (fonte Wikipedia)

 

BROTHERS AND SISTERS    

  

(Anteprime e News) (Sito Ufficiale Italia)

William Walker (Tom Skerritt) muore inaspettatamente al compleanno di sua figlia Kitty; ora la sua numerosa famiglia deve riunirsi per far fronte a numerosi problemi.

Kitty (Calista Flockhart), grazie al successo del suo programma radio, ottiene un lavoro in tv a Los Angeles, ma il suo fidanzato di New York le propone di sposarlo. Tommy (Balthazar Getty) aiuta sua sorella Sarah (Rachel Griffiths) a sistemare gli affari di famiglia che si trovano in gravi situazioni finanziarie; inoltre Sarah deve anche occuparsi della sua famiglia composta dal marito e da due bambini. L’avvocato Kevin (Matthew Rhys) è gay e vorrebbe trovare il compagno dei suoi sogni. Justin (Dave Annable) vive una vita allo sbando per via del trauma emotivo provocatogli dall’aver partecipato alla guerra in Afghanistan.

I cinque figli sono supportati dalla matriarca Nora (Sally Field), una vedova dalla mente liberale che ha cresciuto i suoi cinque figli mentre sosteneva il nuovo business del marito. Suo fratello, Saul Holden (Ron Rifkin) è il “comandante in seconda” che sostituisce Nora quando questa è troppo impegnata per occuparsi della famiglia.

Questi fratelli stanno per scoprire che, sotto l’apparenza di famiglia idilliaca, si celano alcuni segreti che minacciano di distruggere la loro famiglia. Mentre Nora si trova spesso in contrasto con Kitty per via delle idee politiche repubblicane della figlia (Nora è democratica), le rimprovera inoltre di aver spinto Justin a partecipare alla guerra in Afghanistan ritenendola, in pratica, responsabile dei suoi disturbi. (fonte Wikipedia)

Advertisements

4 Risposte

  1. Ho visto degli spezzoni di entrambe le serie nei giorni scorsi, per puro caso, visto che ormai la tv non la guardo più tanto.
    In effetti ho trovato l’atmosfera di “Brothers and Sisters“ più reale, però come ci insegnaon gli americani, i colpi di scena non finiscono mai… “Bruttifull” 😀 insegna!
    Immagina se anche in Italia gli avvocati iniziassero a prendersi cura degli interessi personali delle persone fino a farsi delegare per mollare la moglie, fidanzata, licenziare un dipendente, e altre cose più o meno assurde… O dio non ci voglio pensare! O_o

    Continuerò a seguire le tue recensioni, magari troverò qualche spunto per seguirne qualcuna!

  2. Tv chi è mai questa sconosciuta!! 😉
    No al momento sono più impegnato a seguire giornali e blogger!!
    Ciao Justine!!

  3. Commento qui per la prima volta…

    mi ha convolto moltissimo dirty sexy money ,peccato che dopo la puntata andata in onda se ne siano perse le tracce…

    Ciao..

    bel blog.

  4. @ilbisbetico: hai ragione ma lo spostamento d’orario mi ha demotivato ancor di più ma stasera rimarrò incollata alla tv e domani spero di poter continuare … Grazie di aver commentato e ben arrivato. Justine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: